Australia - Part 1

by - 11:42

"[Australia] È la casa della più grande cosa vivente esistente sulla terra, la Grande Barriera Corallina, e del più famoso e stupefacente monolito, l’Ayers Rock (o Uluru per usare quello che è oggi il suo nome ufficiale, rispettoso della tradizione aborigena). Un posto dove si trovano più creature letali che in qualunque altra parte del mondo. I dieci serpenti più velenosi del mondo sono tutti australiani. Cinque delle sue creature – ragno dei cunicoli, medusa a scatola, blue-ringed octcpus, zecca ixodet bolocydus, pesce pietra – sono le più letali del loro tipo nel mondo. Questo è un paese dove anche il più tenero dei bruchi può stendervi con un pizzico tossico, dove le conchiglie non solo vi pungeranno ma talvolta vi punteranno. Raccogliete un innocuo cono su una spiaggia del Queensland, seguendo l’impulso che in genere sentono anche i turisti innocenti, e scoprirete che il piccolino che ci abita non è soltanto sorprendentemente lesto e irritabile, ma insolitamente velenoso. Se non siete stati punti o infilzati a morte in qualche maniera inattesa, potreste sempre finire fatalmente masticati da squali o coccodrilli, o trascinati controvoglia in mare aperto da correnti irresistibili, o lasciati a barcollare verso una morte infelice nel torrido entroterra. È un posto duro."

In un paese bruciato dal sole. L'Australia - Bill Bryson

Se c’è una cosa di cui siamo sempre stati certi è che se ci fossimo sposati il viaggio di nozze sarebbe stato in Australia. Il matrimonio non era ancora nei nostri piani, ma conoscevamo la meta.

La data del 2 aprile è stata scelta così: in che periodo vogliamo visitare l’Australia?

Come sempre il viaggio l’abbiamo organizzato da soli, tra una consegna di partecipazione e l’altra (l’ho già detto che la consegna delle partecipazioni è stata la cosa più noiosa?)

Prima di partire:
  • Passaporto… ça va sans dire
  • Visto
Per entrare in Australia è necessario un visto rilasciato dal Department of Immigration and Citizenship del governo Australiano. Richiederlo è semplicissimo, gratuito e si fa tutto online. Hanno anche il Visa Finder per selezionare quello che più fa per voi.


  • Patente internazionale
In Australia guidano dalla parte sbagliata della strada a sinistra. Se l'intenzione è quella di un viaggio itinerante, con anche solo alcune parti in auto, la patente internazionale è necessaria. Non è altro che la traduzione della vostra patente. La si richiede in motorizzazione e la consegnano in 60 giorni circa, per richiederla è sufficiente:
- modello TT 746 compilato;
- versamento di € 9,00 sul c/c 9001 e di € 16 sul c/c 4028 (bollettino disponibile in motorizzazione);
- marca da bollo da € 16
- due foto recenti, di cui una autenticata (in comune);
- patente italiana in corso di validità
(inutile dire che il consiglio è sempre quello di verificare in motorizzazione, vero?)

  • Una buona guida di viaggio. 
Nel nostro caso: Lonely Planet & National geographic

Tip: I voli aerei
Fare un’unica prenotazione con il multi-tratta solitamente è più conveniente che comprare i voli separatamente. In più non avrete problemi di bagaglio, il limite è quello del volo intercontinentale anche sui voli interni.
Noi abbiamo scelto Qantas proprio per questo motivo. Si mangia da schifo, ma mica si prende un aereo per il cibo.

Tip: Le mappe

Ogni volta che noleggerete un auto vi forniranno le cartine e tutte le indicazioni del caso, noi però abbiamo scelto di scaricare le mappe su smartphone prima di partire per avere un navigatore senza bisogno di connessione. Una sicurezza in più, soprattutto in città.

Tip: I bagagli
Questa vale per qualsiasi viaggio, soprattutto se in più tappe. Non esagerate. Ve lo dico con il cuore, io non ce la faccio a vedervi trascinare questi bagagli pesantissimi in giro per gli aeroporti e le città. Ovunque andiate troverete negozi e lavanderie a gettoni. In più nessuno controllerà se mettete lo stesso pantaloncino due giorni consecutivi. Davvero.

Sono partita per tre settimane in Australia con una valigia da 12Kg e uno zainetto come bagaglio a mano. Non mi è mai mancato nulla.

Le nostre tappe:
Uluru-Kata Tjuta National Park
Cairns, la barriera corallina e la foresta pluviale
Sydney
Siamo partiti da Malpensa alle 14.05 del 3 aprile e 23 ore dopo siamo finalmente atterrati a Melbourne (in mezzo uno scalo di tre ore a Dubai). Ho dormito quasi tutto il tempo (ero stanca, mi ero sposata il giorno prima, oh).

Dopo una fila di un’oretta abbiamo superato i controlli (gli operatori sono simpatici e disponibili, non vi mitraglieranno di domande incazzosi come negli States) e finalmente eccoci fuori dall’aeroporto.

Ehi, siamo a Melbourne, Australia. Dall’altra parte del mondo.

Abbiamo subito trovato lo Skybus, l’autobus che ci ha portati in centro. Una volta scesi, mentre ci guardavamo intorno per capire in che direzione fosse il nostro hotel , si è avvicinato un ragazzo e ci ha dato tutte le indicazioni, non solo per l’hotel, ma per la città in generale.
Che gli australiani siano davvero gentili, buoni e simpatici come quelli di Masterchef Australia?

Arrivati in hotel e fatto il check-in abbiamo avuto una bella sorpresa: upgrade gratuito. Ero abbastanza certa di non aver prenotato una suite più grande di casa mia (non che sia difficile) con super bagno, salotto e camera da letto. Ma quella era la nostra stanza.

Specificare nelle note di booking che era un viaggio di nozze è stata un’ottima idea. C’erano anche i cioccolatini e un biglietto di congratulazioni.

You May Also Like

6 commenti

  1. Bello, davvero tutto bello! è stata una scelta coraggiosa ma appagante, brava/i ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come tutti i viaggi organizzarlo da soli è più impegnativo, bisogna studiare prima e, nel nostro caso, il tempo era ridotto.
      Ma non avevo (e non ho) nessuna intenzione di cedere ai costosissimi viaggi delle agenzie, su misura di tutti e di nessuno.

      Ho amato profondamente l'Australia, forse un po' anche per questo :)

      Elimina
  2. Grazie per queste utili informazioni, mi piacerebbe molto fare il viaggio di nozze in Australia!😍 Mi iscrivo come tua lettrice fissa su Blogger!😘 A presto!👋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inutile dire che, se ti piace, io la straconsiglio, vero?
      :)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ma vaaaaa
      Per quello di solito basta dire che abbiamo prenotato i voli per il Giappone :)

      Elimina